Another challenge for Google Reader and Apps

Web 2 a zero — lucio on April 14, 2009 at 11:51 am

There was a time when Google Reader saved us. In the world of web 2.0 it took my bookmarks, rss feeds and tag it , order it and last (but non at least) saved me from “local” rss client. Our life became simpler on reading news, blogs and sharing some of our favorites using tags and outgoing rss feeds. We had also with GReader,  Delicious, Twitter, Facebook … and a rid of Greasemonkey script that help us to sign tag manage and share around big G Reader.

Then something changed.

Social network’s people want to change the paradigm of web 2.0 “create, read, share”.. we want to comment, elaborate, share thoughts.. people want to have a “tumble” to sign what they like and follow the discussion about it .. want to be part of the wave, of the discussion between friends, experts and amateurs around the feeds.

Twitter is the mess of chat on news and sharing , FriendFeed exploit the concept of “like and discussion” taking the order on twitter “pseudo thread”, Facebook copied it and try to have his version of “like” and commenting threads.

But, wait a moment, Google Reader already thought about the feature of adding friends, share, have public and private feeds. It imagined the willing of people to discuss, “share & comment”, mail, blog.. but miss at the point of create a community! And that’s  what FriendFeed is trying to build right now.

Friendfeed is the live feeds visualization and twitter integration, personal rss and services subscription, “virtual feed” aggregation and filtering, grouping and (like all Social Media) definitively is a small “Big Brother” where the lurker has his own pure satisfaction just following a large number of “blogstar”.

I think Google (with his services) is really missing a big opportunity, because the integration of platforms like Google Reader, Google Groups, Google Docs, Google Mail and finally Google FriendConnect can really kick ass of any existing Social Media. I think that they have tech and ideas to build the new FriendFeed-Twitter-Facebook without the need of buying nor of three.

But, will Google take the challenge?

(Free to comment on FriendFeed http://ff.im/26BrJ)

Mi hanno detto che è carino..

Web 2 a zero — root on March 10, 2007 at 11:08 am

..il nuovo tema del blog, ma che ho troppi Antipixel…. eh?

Andandomi a documentare:

Vengono impropriamente chiamate “Anti-Pixel” o “Raging Platypus” icons, dal nome dei due blog che per primi le hanno utilizzate (il post che ha dato il via a tutto dovrebbe essere questo, risalente al 22 ottobre 2002). Inizialmente sono state impiegate soltanto come alternativa alle immagini standard per i link ai feed RSS del sito; ora, invece, segnalano qualsiasi tipo di servizio per blog, e stanno spopolando.

ok.. ora grazie a questo post, ho le potenzialità per metterne un altra decina :)

Vabbè, grazie a chi mi ha dato la sua opinione e grazie a chi ogni tanto fa un salto qui, anche se c’è un pò di discontinuità nei post..

Googlism: Google Rank and Spam

Web 2 a zero — root on July 4, 2006 at 9:44 am

Spesso sento di chi per diversi motivi guadagna qualcosa con Adsense, chi lo usa con profitto per pubblicizzare la propria attività. Così, nella smania di provare sempre tutto, ho meesso i banner anche io sul sito e sui blog, e dalle statistiche di click credo di aver capito perche’ alcuni miei conoscenti sono stati bannati. Sicuramete per avere un blog interessante dal punto di vista dell’argomento ci sono diverse strade (Problogger docet, anche se in certi momenti credo che faccia arte della fuffa) cosi’ come per essere visitati, ma cio’ di certo non basta per attirare cliccatori di banner (veri). E’ un insieme di argomento, presentazione, pagerank, e un pizzico di malizia.

Forse troppa ne ha avuta eiqz2q.org che e’ riuscito a farsi indicizzare 3 milioni di pagine in una settimana. Ma non andate a cliccare per controllare pagerank e pagine indirizzate, perche’ per la serie “non svegliare il can che dorme” google ha introdotto due nuove armi su cui per ora si sta’ indagando:

–use_experimental_spamscore –use_gwd –use_query_classifier –use_spamscore –using_borg

E le paginate del “caro” eiqz2q.org sono sparite. Dura la vita per gli spammer se google usa tecnologia Borg!!

Googlism: Google Notebook

Web 2 a zero — root on May 16, 2006 at 2:38 pm

Troppo tempo è passato prima di riparlare di nuovi servizi offerti da google, ultimamente ce ne sono stati diversi e per diversi aspetti interessanti (PageCreator, Google Trends etc..). Ma quello che ho appena visto è l’ennesima MAZZATA alla concorrenza (leggi MS Live che proprio oggi ha raggiunto il traguardo di essere compatibile con firefox [ndr]). Sottolineo che non è un idea originale, su Techcrunch avevo già letto di una startup che in Ajax fa (faceva? acquisita?) qualcosa del genere.

Google Notebook permette usando un plugin per il browser di salvere il link che si stà visitando, insieme a delle note o “draft” su quello che stavamo leggendo. A metà tra de.licio.us e il tradizionale bookmarking si prospetta un mezzo più che comodo che mi/ci accompagnerà nella navigazione di ogni giorno (specialmente se sarà possibile esportare ed importare con xml/opmnl).

L’overview di Google Notebook è chiaro ed esauriente, vi suggerisco però l’iscrizione immediata prima ancora di leggere, è beta (as usual) e non sarebbe strano se chiudessero le iscrizioni temporaneamente come successo in altre occasioni.

PS: se un giorno tutti i servizi di google diventassero a pagamento, diciamo dieci dollari all’anno… chi non li pagherebbe a fronte di tutto questo?

Next Page »
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.5 License. | Consequentia Mirabilis